+39 078926710

+39 078925007

bibliotecasimpliciana@comune.olbia.ot.it

La Biblioteca Simpliciana del Comune di Olbia, al fine di soddisfare i bisogni informativi dell'utenza, offre i seguenti servizi: Consultazione di libri, documenti, periodici; Prestito domiciliare; Assistenza e consulenza alle ricerche;visite guidate. La tessera è gratuita, basta un documento e il codice fiscale.

Da A Da A
lun 08:30 13:30 15:00 18:50
mar 08:30 13:30 15:00 18:50
mer 08:30 13:30 15:00 18:50
gio 08:30 13:30 15:00 18:50
ven 08:30 13:30 15:00 18:50
sab
dom
Orario valido dal 08/05/2013
COMUNE DI OLBIA ASSESSORATO ALLA CULTURA BIBLIOTECA CIVICA SIMPLICIANA Piazzetta Dionigi Panedda 3 Tel. 0789/25533 26710 – Telefax 0789/ 52336 La Biblioteca Civica Simpliciana in collaborazione con il Liceo Artistico “F. De Andrè” di Olbia ORGANIZZA Laboratorio di Fumetto e laboratorio di creazione Maschere di Carnevale Si comunica che sono aperte le iscrizioni al laboratorio di Fumetto, rivolto ai bambini e ragazzi di età compresa tra gli 11 ed i 14 anni e di creazione Maschere di Carnevale rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 ed i 10 anni. Gli incontri si svolgeranno secondo il seguente calendario: LABORATORIO DI FUMETTO Martedì 30 gennaio, giovedì 1 febbraio, martedì 6 febbraio, giovedì 8 febbraio, lunedì 12 febbraio, giovedì 15 febbraio. LABORATORIO CREAZIONE MASCHERE DI CARNEVALE Martedì 30 gennaio, giovedì 1 febbraio, venerdì 2 febbraio, martedì 6 febbraio, giovedì 7 febbraio. Per ogni laboratorio verranno organizzati due gruppi di 6 bambini/ragazzi: 1 gruppo ore 15:00/16:30 2 gruppo ore 16:45/18:15 I laboratori si svolgeranno presso la Biblioteca Civica Simpliciana - Piazzetta Dionigi Panedda 3. Il modulo per l’iscrizione potrà essere ritirato presso la Biblioteca Civica Simpliciana, sita Piazzetta Dionigi Panedda 3 oppure scaricato direttamente dal sito internet del Comune di Olbia www.comune.olbia.ot.it link Biblioteca Civica Simpliciana. Le domande faranno parte di una lista il cui ordine di precedenza sarà stabilito dalla data e ora di presentazione della domanda stessa. L’iscrizione e la frequenza al laboratorio è gratuita. Per informazioni rivolgersi alla Biblioteca Civica Simpliciana tel. 0789/25533-69903. L’Assessore alla Cultura Dott.ssa Sabrina Serra
RACCONTI BREVI IN LINGUA ITALIANA PRIMO CLASSIFICATO “LA FIAMMA DELL'INFINITO” DI ALEXANDRA MCMILLAN (GENOVA) SECONDO CLASSIFICATO “LA NAVE DI TESEO” DI LUIGI MANCA (PORTO TORRES) TERZO CLASSIFICATO “IL GRANDE, IL PICCOLO, LA VECCHINA E IL PANE” DI ROSARIO VITALE (FOGGIA) ----------------------- RACCONTI BREIVIN LINGUA ITALIANA MENZIONI SPECIALI “RIMBALZI” DI MARCO BINDI (AREZZO) “L'ORA PIÙ FREDDA È QUELLA PRIMA DELL'ALBA ” DI ATTILIO GARDINI (FORLÌ) “ODE AL CAPPUCCINO ” DI ANDREA FANCELLU (OSSI) “IL DONO DI GIUDITTA ” DI ELIDE CERAGIOLI (CAMPI BISENZIO) ---------------------- RACCONTI BREVI JUNIOR PRIMO CLASSIFICATO “QUATTRO MANI” DI ALICE AMATO (LUCCA) SECONDO CLASSIFICATO “SOS EMIGRADOS” DI ZINEB KHARBOUCH (FLORINAS) TERZO CLASSIFICATO “IN VIAGGIO DALLA SIRIA” DI ALESSIA SANNA (OLBIA) ------------------------- RACCONTI BREVI IN GALLURESE E LOGUDORESE PRIMO CLASSIFICATO “SEMUS TOTTU PISCADORES”DI SEBASTIANO MARIO FIORI (TORTOLÌ) SECONDO CLASSIFICATO “DICI CH’ÉRANI DUI FRATÉDDI E DUI SURÉDDI… ” DI MARIO PIRRIGHEDDU (TEMPIO PAUSANIA) TERZO CLASSIFICATO “PRO CHI TORRENT ROSAS DE MAJU ” DI RACHEL FALCHI (SASSARI) ---------------------- POESIE IN GALLURESE E LOGUDORESE PRIMO CLASSIFICATO “SES ISTADA” DI ANTONIO SANNIA (BORTIGALI) SECONDO CLASSIFICATO “CANTU POSSU PISA' LU BE CHI T'AGGJIU” DI RICA LUCIA PIRINA (OLBIA) TERZO CLASSIFICATO “SU ENTU” DI FRANCESCA MARIA EDVIGE PES (MONTI)
Premio Letterario Città di Olbia 2017 Finalisti sezione racconti brevi in Italiano (titoli dei racconti in ordine alfabetico) Il dono di Giuditta di Elide Ceragioli, Campi Bisenzio Il grande, il piccolo, la vecchina e il pane di Rosario Vitale, Foggia La fiamma dell'infinito di Alexandra Mc Millan, Genova La nave di Teseo di Luigi Manca, Porto Torres L'ora più fredda è quella prima dell'alba di Attilio Gardini, Forlì Ode al cappuccino di Andrea Fancellu, Ossi Rimbalzi di Marco Bindi, Arezzo Premio Letterario Città di Olbia 2017 Finalisti sezione racconti brevi in gallurese e logudorese (titoli dei racconti in ordine alfabetico) Dici ch’érani dui fratéddi e dui suréddi… di Mario Pirrigheddu, Tempio Pausania Pro chi torrent rosas de maju di Rachel Falchi, Sassari Semus Tottu piscadores di Sebastiano Mario Fiori, Tortolì Premio Letterario Città di Olbia 2017 Finalisti sezione racconti brevi junior (titoli dei racconti in ordine alfabetico) In viaggio dalla Siria di Alessia Sanna, Olbia Quattro mani di Alice Amato, Lucca Sos emigrados di Zineb Kharbouch, Florinas Premio Letterario Città di Olbia 2017 Finalisti sezione poesie in gallurese e logudorese (titoli delle poesie in ordine alfabetico) Cantu possu pisa' lu be chi t'aggjiu di Rica Lucia Pirina, Olbia Ses istada di Antonio Sannia, Bortigali Su entu di Francesca Maria Edvige Pes, Alghero La serata sarà presentata da Giuliano Marongiu Con la partecipazione dei musicisti Roberto Tangianu e Peppino Bande Voci recitanti Mari Pirrigheddu Claudio Laconi - Nino Pericu
Incontro con l'autore nell'ambito della quinta edizione della rassegna "Incontri d'autunno" Selezione e adattamento per ---- TRIO ---- Caterina Solinas, Flauto---- Angelica Loriga, Chitarra---- Bernardo De Muro, Voce recitante---- S'inerpica il vento e va a colpirti ma tu, rugosa, ne trattieni la forza e rilanci l'arditezza del viver tuo. Prologo di Giuseppe Tirotto
Incontro con l'autore nell'ambito della quinta edizione della rassegna "Incontri d'autunno" Dialoga con l’autrice Francesca Trivellin Reading letterario in collaborazione con gli studenti dell’Istituto Tecnico Statale Dionigi Panedda Sono fantasmi, ombre, quelli che popolano la disadorna notte di Damasco, sono giovani sfioriti che non ha colto il risveglio, che una rugiada più sottile delle loro stesse lacrime ha spezzato: questo è il sonno che avvolge la Siria, e non le lascia scampo, le sue città rimangono in continuo movimento, in una lotta ognuna con se stessa per guadagnare un po' di luce nell'invisibilità, così la Siria stermina se stessa. Elettra Papaccio è nata a Vico Equense (NA) nel 1996. Ha frequentato il Liceo Classico Antonio Gramsci di Olbia dove si è diplomata a pieni voti. Attualmente è iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli. È appassionata di teatro classico antico e di letteratura. Scrive, nell’ambito del progetto per le scuole superiori, articoli e racconti per il giornale on-line Repubblica@scuola e nel 2013 ha vinto il prestigioso premio giornalistico nazionale per giovani “La matita rossa e blu” indetto dalla Fondazione Italo Falcomatà di Reggio Calabria. Nel 2014 ha vinto il premio nazionale Comix Games di ludolinguistica
Incontro con l'autore nell'ambito della quinta edizione della rassegna "Incontri d'autunno" Nel cuore del Mediterraneo, la storia della Sardegna si intreccia a quella dei popoli e delle grandi civiltà che nei secoli l’hanno attraversata e abitata. Dal Paleolitico al nuragico, dall’arrivo dei Fenici e dei Cartaginesi fino ai Romani, dai Vandali ai Bizantini, dall’età dei Giudicati, “stati sovrani perfetti”, fino alla Sardegna aragonese e spagnola e all’epoca sabauda, a ridosso della modernità e del mondo contemporaneo. Tra storie di briganti, eroi, nobili e santi, banditi e letterati, ribelli e dominatori, soldati e condottieri feroci, questo libro tenta di rispondere alle domande più curiose sulla storia di una terra ricca di enigmi e segreti. Un’indagine accurata che attraversa i millenni, leggera come un romanzo e documentata come un libro di storia. Perché la preistoria dell’isola è intrecciata con la latitanza di un bandito? Perché si dice che nella Sardegna nuragica la prostituzione fosse sacra? Perché il vino sardo andò alla grande durante la guerra di Troia? Perché le donne di Barbagia furono citate nella Divina Commedia? Perché sotto Cartagine chi piantava alberi da frutto rischiava la morte? Perché in Sardegna si festeggia la cacciata dei piemontesi?
Incontro con l'autore nell'ambito della quinta edizione della rassegna "Incontri d'autunno" Dialoga con l'autore: Roberto Carta XIX secolo. Austria e Francia sono, sui campi di battaglia, acerrime nemiche. Perché allora Massimiliano d'Asburgo, per volere del "nemico" Napoleone III, viene nominato imperatore del Messico, un paese oggetto da tempo di violentissime rivolte? Marco Buticchi nasce a La Spezia il 2 maggio del 1957 e risiede a Lerici, in quella pittoresca parte della costa ligure chiamata Golfo dei Poeti. E’ sposato dal 1987 con Consuelo, con la quale ha due figlie. Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bologna nel 1982 ha lavorato per diversi anni come Trader Petrolifero presso una multinazionale, lavoro che lo ha portato a viaggiare spesso in Medio Oriente, Africa, Europa e Stati Uniti. « Scrivevo fin da quando ero bambino e la storia, in particolare, mi ha sempre interessato enormemente. Ci sono strane coincidenze di date, fatti e nomi che hanno del misterioso. Se si riesamina la Storia con le moderne possibilità di ricerca si riescono a scoprire risvolti interessanti, lati oscuri e spesso inquietanti!» Questo il filo rosso che sembra legare i romanzi di Marco Buticchi. Nel 1991 e nel 1992 ha pubblicato e distribuito a sue spese due romanzi: Il Cuore del Profeta e L' Ordine irreversibile, ottenendo un incredibile successo, paragonato alle ridotte possibilità di un editore improvvisato. Nel 1995 è decisivo l'incontro con l'editore Mario Spagnol, grande scopritore di talenti, concittadino di Buticchi. In un’intervista a un prestigioso settimanale l’editore, scomparso nel 1999, diceva di aver girato il mondo per poi “pescare” un Buticchi sotto le finestre di casa. «Un giorno arriva una telefonata». racconta Marco, «e una voce dice: “Sono Mario Spagnol”. Io ero abituato a scherzare su questa cosa. Ma quel giorno al telefono era proprio lui. Il sogno si era avverato perché Spagnol aveva letto un mio manoscritto e deciso di pubblicarlo.» E nel 1997 esce il primo romanzo nella collana I Maestri dell’Avventura di Longanesi Il titolo è Le Pietre della Luna. E’ un successo! 250.000 copie vendute in Italia e all’estero. Nel 1998 viene pubblicato nella stessa collana Menorah, e il nuovo romanzo ripete il grande successo del precedente, rimanendo per mesi nelle vette delle classifiche di settore. La titubanza esterofila del lettore italiano sembra vinta e si comincia a parlare di Marco Buticchi come l’unico connazionale che riesce a contrastare lo strapotere anglosassone nel romanzo. Profezia, risale invece al Giugno del 2000. Le prime ventimila copie sono state vendute in una settimana e sono state realizzate tre edizioni nei primi due mesi dopo l'uscita per accontentare i suoi estimatori sempre più numerosi. L’edizione supertascabile è andata esaurita – 100,000 copie di tiratura – in pochi giorni e l’interesse dell’editoria estera sembra essersi incredibilmente concentrato su un autore d’avventura italiano. La Nave d’Oro viene dato alle stampe nel 2003 e, qualora fosse necessario, conferma il gradimento del pubblico nei confronti di un autore che non manca la cadenza biennale dell’appuntamento con i suoi lettori. L’Anello dei Re è pubblicato nel 2005 e, nel panorama italiano rappresenta un caso unico: il “trend” delle vendite dei romanzi di Marco Buticchi è in continua e progressiva crescita. Alla luce delle continue richieste e conseguenti ristampe, ogni romanzo è oggi considerato un “Long Seller”, per un autore che ha ormai raggiunto l’incredibile traguardo del milione di copie vendute. La chiave del successo di Marco Buticchi risiede forse nel modo innovativo col quale intreccia nei suoi romanzi epoche storiche diverse, leggende, avventura, spionaggio, moderne tecnologie e misteri irrisolti in un periodo di tempo che copre secoli, documentando minuziosamente le epoche trattate. Vi sono poi alcuni personaggi ricorrenti che hanno contribuito a catturare la fiducia e la simpatia del lettore: Sara Terracini che risolve misteri nel suo avveniristico laboratorio scientifico, aiutata dal suo influente amico Oswald Breil; già capo del Mossad (il servizio segreto israeliano), promosso a Vice Ministro della Difesa di Israele, diventato il meno longevo Primo Ministro dello Stato Ebraico per ritirarsi a “vita privata” presso i suoi genitori adottivi in Colorado. Ma un uomo com Breil non può stare con le mani in mano… Marco Buticchi è il primo e unico autore italiano incluso nella prestigiosa collana di Longanesi I Maestri dell'Avventura (il massimo per chi ama il genere), insieme a calibri come Wilbur Smith, Patrick O'Brian e Clive Cussler
Presentazione del libro UN GIORNO DI FESTA di Enrico Pandiani Incontro con l'autore nell'ambito della quinta edizione della rassegna "Incontri d'autunno" Dialoga con l'autore: Caterina de Roberto Sotto il cielo terso di fine giugno, una Renault viaggia lungo la costa atlantica, vicino Royan. Sembra che niente possa rompere la quiete. Invece basta un attimo, la pressione di un dito sul grilletto, il proiettile del fucile tattico che fora il parabrezza, lo schianto delle lamiere. L’uomo alla guida muore...
Mylene Fernàndez Pintado presenta il libro "L'angolo del mondo" Dialoga con l'autrice: Elena Mascia La storia di un amore difficile, piena di umorismo, aneddoti, emozioni; limiti e meraviglie di Cuba raccontati senza retorica, e con profondo, lucidissimo amore. Visibile su Youtube da qui: https://www.youtube.com/watch?v=6pM2oxIbiUw
Presentazione del volume "Giuseppe Podda - Ritratti di un giornalista integrale" Aipsa edizioni, Cagliari curato da Gianni Fresu con il sostegno della Fondazione "Enrico Berlinguer" e della Fondazione di Sardegna Organizzano Biblioteca Simpliciana, Fondazione "Enrico Berlinguer", Anpi della Gallura, Aipsa edizioni Presentano Giorgio Macciotta, Marco Bittau Sarà presente Gianni Fresu, il curatore.
Vi aspettiamo per il laboratorio di letture animate dal 24 novembre al 21 dicembre ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Questo il materiale che ogni bambino frequentante deve portare per il laboratorio dei 3/5 anni di età: • 1 molletta da bucato in legno (no plastica) • Tempere (controllare che ci siano il rosso, il verde e il blu) • Colla vinilica • 2 pennelli piatti di qualsiasi misura • DAS (un panetto piccolo) • Pastina piccola a piacere (ad esempio stelline, risi, tempestine) almeno 250 grammi, in contenitore di plastica o barattolo di vetro ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Questo il materiale che ogni bambino frequentante deve portare per il laboratorio dei 6/10 anni di età: • Tempere (controllare che ci siano il rosso, il verde e il blu) • Barattolo di vetro anche senza tappo (e senza etichetta) o un bicchiere di vetro • Colla vinilica • 2 pennelli piatti di qualsiasi misura • Rotoli vuoti di carta igienica o scottex • Brillantini in polvere dei colori preferiti • Centrini di carta (quelli che si usano sotto i piatti delle torte) • Per chi lo avesse dal precedente laboratorio, il blocco da disegno con il cartoncino di vari colori, oppure cartoncino colorato anche pezzi piccoli
Comune di Olbia - Assessorato alla cultura - La Biblioteca Civica Simpliciana presenta "Una Biblioteca da.... Brivido!!!!! " VI ASPETTIAMO!! ---------- ------------------------------------ Materiale da portare: ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Scuola Materna : 2 rotoli vuoti di carta igienica , 2 piatti carta tondi piccoli o grandi, carta crespa: 1 rotolo piccolo rosso, 1 rotolo piccolo bianco, 1 rotolo piccolo arancione. colori, forbici, vinavil ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Scuola primaria Iª e IIª : 1 scatola vuota di carta di pasta o gelati o cereali o qualsiasi , un foglio carta regalo anche fantasia possibilmente a base scura , altrimenti qualsiasi colore, 2 rotoli scottex, 3 rotoli carta igienica, 1 album di fogli colorati A4, liscio, vinavil, forbici 1 pennarello indelebile nero punta fine, 1 correttore liquido a penna. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Scuola primaria IIIª IVª Vª : 3 barattoli vetro della marmellata o nutella o altro vuoti senza etichetta, tempere, vinavil, 1 scatola di carta vuota di pasta, o di cereali o di gelati o altro, 1 foglio di carta regalo anche fantasia ma con base scura, altrimenti qualsiasi colore, 1 album di fogli colorati A4 liscio, 1 pennarello indelebile nero a punta fine, 1 correttore liquido a penna, vinavil, 3 tappi di sughero grossi da spumante ( si trovano nei negozi di oggettistica) 2 rotoli vuoti di scottex
"La Civiltà dell'Orto" è il contributo di Gian Carlo Cappello, all'agricoltura naturale, quella cioè che non fa il minimo uso di sostanze chimiche o macchinari agricoli, cercando un'alternativa all'agricoltura intensiva di oggi; ma è anche orticoltura condivisa, che permette di effettuare un vero e proprio "esperimento sociale", in cui le persone si riuniscono per coltivare insieme, ottenendo così uno scambio di beni e servizi senza l'utilizzo del denaro. “La coltivazione naturale rimette l'agricoltura nel luogo dove l'uomo l'ha trovata: nelle mani generose della Natura” (Cit. dal libro “La Civiltà dell'Orto-L'Orto Naturale di Angera, ad esempio” - Gian Carlo Cappello) DESCRIZIONE L'innovativo metodo di orticoltura naturale elaborato nei decenni di esperienza sul campo da Gian Carlo Cappello permette di coltivare per la propria sussistenza alimentare, preservando l'equilibrio naturale della Terra, rispettandone tutte le forme di vita – nessuna esclusa – nei giusti tempi di crescita. Questa pratica rivoluzionaria non contempla lavorazioni del terreno né uso di fertilizzanti, antiparassitari e diserbanti, in linea evolutiva del principio di coltivazione fukuokiano del “non fare”. CENNI BIOGRAFICI Gian Carlo Cappello è nato a Milano nel 1957. E' apolide per scelta. Agrotecnico dal 1977, ha alle spalle una pluridecennale esperienza professionale come paesaggista internazionale: Sud Africa, Australia, Cina, Nord America, Russia, Portogallo, Libia. Consulente RAIUNO (La vecchia fattoria – Linea Verde) in materia di agricoltura dal 1998 al 2004, dal 2006 è dedito alla coltivazione naturale sperimentale, con risultati incisivi sulle metodologie già vocate al biologico. Promotore in prima persona della “decrescita felice”, porta la propria pratica di coltivazione orticola naturale presso realtà sociali rivolte all'autosufficienza alimentare: eco-villaggi, comunità, orti urbani condivisi, orti didattici, etc. LINK UTILI Gruppo Facebook “La Civiltà dell’Orto”: https://www.facebook.com/groups/1261791880539206 “La Civiltà dell’Orto”-Libro: https://www.macrolibrarsi.it/…/__la-civilta-dell-orto-libro… https://www.youtube.com/watch?v=p_0C5IduYUc Intervista a Giancarlo Cappello su “La Civiltà dell’Orto”: www.ortodacoltivare.it/coltivare/giancarlo-cappello.html https://www.spreaker.com/…/la-civilta-dell-orto-e-anche-uno… Seguirà workshop, Sabato 28 Ottobre (dalle 9:00 alle 16:30): parte teorica con proiezione immagini degli orti naturali realizzati in tutta Italia, e Domenica 29 Ottobre (dalle 9:00 alle 16:30): realizzazione dell’orto naturale con illustrazione dettagliata di tutti i passaggi fondamentali (stesura della pacciamatura, semine e trapianti). INFO E PRENOTAZIONI Prenota subito il tuo posto inviando una e-mail al seguente indirizzo???? olistica@gmail.com Per ulteriori info: Andrea (Civiltà dell’Orto Gallura) 3384559809 - M.Antonietta 3471579210
Venerdì 6 ottobre ore 17:30 nella biblioteca Simpliciana di Olbia, presentazione del libro "Amore a piene mani" silloge poetica di Giuseppina Carta edita dalla NOSM . Dialogherà con l'autrice la giornalista e scrittrice Marella Giovannelli. Le letture affidate a Vanna Sanciu, Marella Giovannelli e alla stessa autrice. Ospite d'onore sarà la cantante Morgana Brais.
Soddisfatti della qualità dell vita ma pessimisti sul futuro. A Panorama d'Italia, una ricerca di Inthera e il commento del sindaco di Olbia
Cambiamenti strategici, nuove sinergie, consapevolezza dell'importanza dell'innovazione: i capisaldi della rinascita della Regione
Le giovani imprese crescono a scuola e puntano sugli States. Come "Autentico" selezionato nella tappa sarda di Panorama d'Italia per il premio Eureka
Ospite a Olbia di Panorama d'Italia, candidata allo Strega 2017, ha presentato "La più amata" un'auto-fiction per ricostruire l'edificio della sua realtà
Venerdì 29 settembre ore 17:30 Biblioteca Civica Simpliciana, sala primo piano. In una delle regioni a più alta vocazione turistica, avremo come ospite il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini - pagina ufficiale, con cui parleremo proprio di turismo, tema che dovrebbe essere prioritario nella nazione che conserva oltre il 50 % del patrimonio artistico mondiale e il più alto numero di luoghi “Patrimonio Unesco”.
Giovedì 28 settembre ore 17:00 Biblioteca Civica Simpliciana, sala primo piano. Inthera Gruppo Mondadori ha realizzato la ricerca “Sardegna, una regione allo specchio”: un’indagine per conoscere le aspettative delle persone che vivono in questa meravigliosa isola su lavoro, valori e sogni. La presenteremo durante Panorama d'Italia a Olbia.