070490337

070480970

biblioteca@pacinotti.edu.it
La storia del celebre indovino, un mito declinato nei secoli da scrittori, poeti, filosofi, drammaturghi. Camilleri con la forza della sua narrazione ci regala un’opera unica e preziosa.
Un taccuino segreto. Una morte inspiegabile. Un genio che a distanza di cinque secoli gioca con la nostra intelligenza e ci colma di stupore. «Questa capacità rende l'uomo simile a Dio: quella di inventare cose che non esistevano prima, e dare loro significato. Ogni uomo può dar forma, nella sua testa, a oggetti che non esistono, e convincere gli altri che tali oggetti esistono, o esisteranno.»
Vincitore del premio Goodreads Choice Awards 2018. Memoir & Autobiography L'intensa e appassionante storia di come l'educazione abbia salvato una ragazza. L'esperienza di un risveglio spirituale, la storia esemplare di una donna che capisce di avere la propria vita nelle sue mani.
Un nuovo capitolo del grande Romanzo di Rocco Schiavone, un uomo duro, ruvido, cinico ma con una umanità insospettabile, «l’amico di cui non si può più fare a meno» Bruno Ventavoli (TuttoLibri).
La storia tormentata tra una giovane donna ebrea e un soldato tedesco, un capolavoro della narrativa del Novecento.
Vanessa Roggeri ci racconta una terra densa di tradizioni con una scrittura traboccante della forza e della determinazione di chi in quell’isola ci è nato. Il ritorno di un’autrice che con le sue storie di passioni ha emozionato migliaia di lettrici. La bambina gli porse un rametto di corallo. «Porta fortuna se lo regali» gli confidò con l'innocenza di chi crede ancora nelle cose magiche e occulte.
Dopo il successo de Il sentiero dei profumi e La rilegatrice di storie perdute Cristina Caboni torna con un libro dove i fili del passato e del presente si intrecciano. Dove gli abiti sono pieni di significati misteriosi. Dove i destini di due donne si incontrano per far volare i sogni, senza paura.
Dopo il successo de Il sentiero dei profumi e La rilegatrice di storie perdute Cristina Caboni torna con un libro dove i fili del passato e del presente si intrecciano. Dove gli abiti sono pieni di significati misteriosi. Dove i destini di due donne si incontrano per far volare i sogni, senza paura.
Maycomb, Alabama. La ventiseienne Jean Louise Finch "Scout" torna a casa da New York per visitare l'anziano padre, Atticus. Ambientato sullo sfondo delle tensioni per i diritti civili e il trambusto politico che negli anni cinquanta stanno trasformando il Sud degli Stati Uniti, il ritorno di Jean Louise prende un sapore agrodolce quando viene a sapere verità inquietanti sulla sua famiglia, sulla cittadina e sulle persone che le sono più care. Tornano a galla ricordi dell'infanzia, e i suoi valori e convincimenti sono messi seriamente in discussione. Con il ritorno di molti personaggi emblematici de "Il buio oltre la siepe", "Va', metti una sentinella" cattura perfettamente le sofferenze di una giovane donna e di un mondo costretti ad abbandonare le illusioni del passato, una transizione che può solo essere guidata dalla coscienza di ciascuno. Scritto a metà degli anni cinquanta, "Va', metti una sentinella" permette una comprensione più completa e più ricca di Harper Lee.
Le piante sono esseri intelligenti? Partendo da questa semplice domanda Stefano Mancuso e Alessandra Viola conducono il lettore in un inconsueto e affascinante viaggio intorno al mondo vegetale. In generale, le piante potrebbero benissimo vivere senza di noi. Noi invece senza di loro ci estingueremmo in breve tempo. Eppure persino nella nostra lingua, e in quasi tutte le altre, espressioni come "vegetare" o "essere un vegetale" sono passate a indicare condizioni di vita ridotte ai minimi termini. "Vegetale a chi?". Se le piante potessero parlare, forse sarebbe questa una delle prime domande che ci farebbero.
Giovanni Bietti ci accompagna, pagina dopo pagina, in un viaggio in quella sorta di lingua cosmopolita che è la musica: una lingua capace di mescolare, intrecciare, fondere le diverse tradizioni a qualsiasi latitudine. Da Orlando di Lasso agli ideali pacifisti e universali che hanno ispirato musicisti settecenteschi come François Couperin, ottocenteschi come Beethoven o novecenteschi come Béla Bartók, fino alle sperimentazioni contemporanee che coinvolgono le culture e le sonorità extraeuropee, la musica si rivela un mezzo di scoperta del mondo. Un modo per imparare a valorizzare le differenze, un'esperienza di sintesi e di arricchimento. Perché la musica può dirci molto su di noi, sugli altri, sul mondo.
Abbattere un albero non significa solo rinunciare a una fonte di ossigeno o peggiorare l’effetto serra. Vuol dire fare del male alla Terra che Dio ci ha affidato. Ma, secondo Wangari Maathai, basta poco per rimediare agli errori umani: un piccolo gesto e un piccolo seme possono aiutare a curare la Terra. Il premio Nobel offre un nuovo punto di vista sull’ecologia: i valori della difesa dell’ambiente, sostiene, coincidono con i più alti valori spirituali della religione. Amando la Terra amiamo Dio, facendo del bene alla Terra facciamo del bene a noi stessi. Le sue sono parole d’amore e di fede, forti e contagiose.
Finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019. Categoria 11+ Il primo romanzo di Katherine Rundell, con una protagonista forte e fuori dagli schemi. "L'automobile prese velocità e si lasciò alle spalle la fattoria, la luminosa infanzia di Will e l'unico modo di vivere che lei avesse mai conosciuto." Wilhelmina ha una vita libera e felice in Zimbabwe. Con il suo cavallo Shumba e il migliore amico Simon percorre spesso l’immensa distesa del bush. Non va a scuola, mangia con le mani e in tasca ha sempre una fionda. La sua vita cambia all’improvviso quando è costretta a trasferirsi nella fredda Inghilterra: un mondo ostile, dove Will è soltanto una selvaggia da addomesticare. Ma è possibile cambiare se questo significa tradire sé stessi e le proprie radici?
Tre viaggi nel corso di un anno. Turchia, Iraq, Siria, per documentare la vita della resistenza curda in una delle zone calde meno spiegate dai media mainstream. Zerocalcare realizza un lungo racconto, a tratti intimo, a tratti corale, nel quale l'esistenza degli abitanti del Rojava (una regione il cui nome non si sente mai ai telegiornali) emerge come un baluardo di estrema speranza per tutta l'umanità.
Rileggendo e commentando il capolavoro di Lucrezio "De rerum natura", opera geniale e anomala nella letteratura dell'antichità, Odifreddi ne coglie innumerevoli spunti per parlare di origine del mondo e di filosofia, di fisica e di psicologia, di arte e di biologia, di chimica e di superstizione, alla luce del cammino millenario della scienza. In un dotto e curioso viaggio intellettuale nel tempo, arricchito da un sorprendente apparato iconografico.
Pietro Fenoglio, un vecchio carabiniere che ha visto di tutto, e Giulio, un ventenne intelligentissimo, sensibile, disorientato, diventano amici nella piú inattesa delle situazioni. I loro incontri si dipanano fra confidenze personali e il racconto di una formidabile esperienza investigativa, che a poco a poco si trasforma in riflessione sul metodo della conoscenza, sui concetti sfuggenti di verità e menzogna, sull’idea stessa del potere. La versione di Fenoglio è un manuale sull’arte dell’indagine nascosto in un romanzo avvincente, popolato da personaggi di straordinaria autenticità: voci da una penombra in cui si mescolano buoni e cattivi, miserabili e giusti. «Tutti, in qualche modo, mentono. Mentono agli altri e mentono a sé stessi. Mentono sulle loro azioni e mentono sui veri motivi di quelle azioni. Ci sono quelli che lo sanno, pochi, e quelli che non lo sanno, la maggioranza. L’unica differenza è questa».
Nel catalogo della nostra biblioteca i lettori potranno trovare qualche nuovo acquisto, come l'ultimo romanzo di Gail Honeyman, Eleonor Oliphant sta benissimo, Garzanti. Questo il giudizio dei principali quotidiani internazionali: Un fenomeno che ha dato vita a un nuovo genere letterario. The Guardian Imperdibile. Uno degli esordi più riusciti dell’anno. New York Times Non ha eguali. The Observer Commovente e saggio. Leggetelo. People Indimenticabile e vero. Daily Mail Un fenomeno editoriale in tutto il mondo, Italia compresa. Corriere della Sera Eleanor Oliphant è un personaggio che resta attaccato alla nostra pelle. Gaia Manzini, Robinson - la Repubblica