Cookie Consent by Free Privacy Policy website

USS 87

+39 079787638

bibliozieri@tiscali.it

Il servizio di pubblica lettura ad Ozieri ha subito negli anni (istituito nell'anno 1956) delle modifiche sostanziali. Tale servizio dal 1985 è stato aperto e potenziato nel seguente modo: 1. realizzazione della Biblioteca Centrale all'interno dell' Antico Convento di San Francesco; 2. decentramento dei servizi con l'apertura delle periferiche, negli agglomerati urbani di Chilivani e San Nicola; 3. istituzione del Sistema Bibliotecario Territoriale "Logudoro", gestito dalla Biblioteca Centrale di Ozieri in qualità di Centro Servizi , cui aderiscono biblioteche comunali di Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Ittireddu, Mores, Nughedu S.N., Oschiri, Pattada, Tula, Nule, Ardara, il "Premio Ozieri di Letteratura Sarda". Dal 1985, ha la sua sede definitiva all'interno dell' Antico Convento di San Francesco. Il Convento, adiacente alla omonima Chiesa, si trova nella Piazza Canonico Spanu, meglio conosciuta come Piazza San Francesco. La biblioteca è suddivisa in due piani, al piano terra è ospitata la sala polifunzionale (Auditorium) e la biblioteca dei ragazzi; al primo piano si trovano gli uffici, l’archivio, le sale di consultazione, l'emeroteca, la Sezione Sarda nonché la sezione locale, la sala di letteratura italiana, la sala di lettura straniera, la sala multimediale, la sala audiovisivi e la sala delle conferenze. La Biblioteca dispone di un ascensore per il pubblico diversamente abile e mette a disposizione il proprio personale per favorire la consultazione dei materiali da parte di tutti gli utenti. MGM

Da A Da A
lun 09:00 13:00 15:00 19:00
mar 09:00 13:00 15:00 19:00
mer 09:00 13:00 15:00 19:00
gio 09:00 13:00 15:00 19:00
ven 09:00 13:00 15:00 19:00
sab 09:30 12:30
dom
Orario valido dal 01/01/2012
L’esposizione resterà aperta al pubblico dal 25 giugno all’8 luglio con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19. Il sabato dalle 9.30 alle 12.30.
Ad accompagnare l‘autore, Piergianni Arlotti e la Compagnia delle Donne. L’evento, inserito all’interno del programma di Estiamo in Piazza, è organizzato dall’Istituzione San Michele e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri. Vi aspettiamo!
La rassegna antologica, voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri e dall’Istituzione “San Michele”, riguarda la ricca produzione di Eugenio Bardzki (Roma, 1908 – Roma, 2009), artista eclettico che si è occupato in particolar modo di pittura legata al paesaggio, pittura fantastica e arte sacra. Avendo sposato l’ozierese Stefania Angeletti ed essendo molto legato alla nostra città e al Logudoro, la sua opera ci ha regalato numerosissime rappresentazioni di paesaggi eterni, in particolare del Nord Sardegna. Bardzki ha lasciato numerose testimonianze nell’arte sacra della nostra città: il ciclo di affreschi sulla vita di S. Francesco e le grandi tele presso la chiesa omonima, un grande dipinto presso la Cattedrale ed un affresco nella chiesetta di San Sebastiano. Sarà possibile visitare la mostra a partire dal 4 giugno fino al 3 luglio, dal martedì alla domenica, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:30 presso i locali del Civico Museo Archeologico “alle Clarisse” ad Ozieri.
Gli appuntamenti con le letture, la creatività e l’immaginazione si terranno il 19 e il 29 maggio presso la Biblioteca Centrale in Piazza San Francesco dalle ore 16.30 alle ore 18.00 ed il 25 e il 31 maggio presso la Biblioteca decentrata di San Nicola situata nella sede BLuS (acronimo di Biblioteca, Ludoteca e Spazio giovani ) in corso Aldo Moro .
Per l’accesso alla nostra biblioteca non è più richiesto il possesso del green pass rafforzato, né di quello base. Resta l’obbligo di utilizzo delle mascherine chirurgiche all'interno delle sale lettura.
A partire dalle ore 16.00 in presenza a teatro e dalle ore *16.30 in diretta streaming Youtube su https://youtu.be/JRSQIzhvB_c Formula completamente rinnovata per uno spettacolo veloce e dinamico che coniugherà la letteratura con altre espressioni della cultura sarda tradizionale e contemporanea. Ospiti della serata il campione olimpionico Filippo Tortu e la cantante Rossella Faa. DAE SU 1956 DAMUS BOGHE E LIMBA A SA LITERADURA SARDA INGRESSO LIBERO L'accesso a teatro è consentito esclusivamente ai possessori di certificazione verde Covid-19 (Super green-pass) e mascherina FFP2 [info: Premio Ozieri di Letteratura Sarda]
A soli tredici anni Dita viene deportata ad Auschwitz insieme alla madre e rinchiusa nel settore denominato Campo per famiglie (tenuto in piedi dalle SS per dimostrare al resto del mondo che quello non fosse un campo di sterminio): quello che conteneva il Blocco 31, supervisionato dal famigerato "Angelo della morte", il dottor Mengele. Qui Dita accetta di prendersi cura di alcuni libri contrabbandati dai prigionieri. Si tratta di un incarico pericoloso, perché gli aguzzini delle SS non esiterebbero a punirla duramente, una volta scoperta..... Note sull'autrice: Nata a Praga nel 1929, è una sopravvissuta all’Olocausto ed è la vera bibliotecaria di Auschwitz. Dopo la morte del marito Otto Kraus, autore di "Il maestro di Auschwitz", avvenuta nel 2000 ha continuato la sua importante opera di diffusione della verità. Vive in Israele. Il libro è disponibile nella nostra Biblioteca. Vi aspettiamo, buona lettura
Dal 10 gennaio 2022 l’accesso ai musei, biblioteche e agli altri istituti e luoghi della cultura è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 (cd. "Super Green pass”) e di idonea mascherina.
Venerdì 8 ottobre, alle ore 18:00, presso la sala conferenze di Casa Costi – Garau, in via Vittorio Emanuele a Ozieri, si terrà il reading letterario “Sono uno spettro e so di cosa parlo: letture tra Gerusalemme e Damasco” – Presentazione delle raccolte poetiche di Ghayath Alhamdhoun e Najwan Darwish, due astri nascenti della letteratura contemporanea in lingua araba. L'evento è organizzato dall'Associazione culturale “Àndala noa” assieme al Centro Studi Ilà e a Officineperegrine Teatro, con la collaborazione dell’Istituzione “San Michele” del Comune di Ozieri.
“Sono piccina piccina, sa, sono piccola anche in confronto delle donne sarde che sono piccolissime, ma sono ardita e coraggiosa come un gigante e non temo le battaglie intellettuali” [Grazia Deledda]
Presenta la serata il giornalista Francesco Squintu. Note sull'autrice: Isabella Mastino intraprende gli studi giuridici, conseguendo laurea, titolo di avvocato e dottorato di ricerca. A questi studi affianca un percorso di ricerca letteraria sulla letteratura sarda, studiando l’intera opera di Grazia Deledda. Pubblica "Ma io non vedevo quella luna" e "Il Viaggio", due volumi di una Breve antologia di Grazia Deledda,. All’attività letteraria accompagna quella teatrale, scrivendo e interpretando monologhi. L’ellissi è il suo primo romanzo. E' gradita la prenotazione al numero 079 771131
Giacomo Mameli, il Direttore Artistico del Festival, presenterà Angelo Mazza e Cristina Caboni, due autori del panorama letterario della nostra terra. Alle ore 19:00 debutterà l’esordiente Angelo Mazza, con “Tascabile indimenticabile” (ed. Il Maestrale); Alle ore 21:00 sarà la volta della scrittrice Cristina Caboni che, assieme a Giacomo Mameli, dialogherà dei suoi romanzi.
Un romanzo carico di storie, ricco di azione e dubbi, in cui ideali e aspirazioni si infrangono sui cinici intrighi di una guerra che ha cambiato per sempre il destino della Sardegna. Vi aspettiamo!
Un calendario ricco di eventi che spazia dalla musica alla danza e al Cinema, con feste, balli e canti, passeggiate e presentazioni di libri al chiaro di luna, negli spazi pubblici della Città di Ozieri. Da Giugno a Settembre 2021
Nel rispetto delle normative sanitarie, l’ingresso sarà contingentato ed i partecipanti dovranno indossare la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza. Vi aspettiamo!
I Lions Club di Ozieri nell’ambito della sua azione in favore dei portatori di disabilità visiva e dei disturbi specifici dell’apprendimento, inaugurerà sabato 29 maggio 2021, alle ore 10.00 presso la Biblioteca nel Centro Culturale San Francesco, una postazione informatica per la fruizione di audiolibri. L’iniziativa, in collaborazione con il Comune di Ozieri e la biblioteca comunale punta a diffondere il piacere della lettura e contemporaneamente risponde alla necessità di dare a tutti la possibilità di accesso alla cultura e all’informazione. Usufruire del servizio è semplicissimo: le persone interessate potranno recarsi in biblioteca e con l’aiuto e la collaborazione del personale bibliotecario possono scegliere il libro da ascoltare, o se si sceglie la modalità a domicilio bisogna collegarsi al sito www.libroparlatolions.it e registrarsi, in caso di difficoltà basterà inviare una mail all'associazione dei Lions a: lions.club.ozieri1959@gmail.com e spiegare la problematica.
I relativi servizi sono offerti su prenotazione, fermo restando il rispetto delle misure di contenimento dell'emergenza epidemica.I nostri orari sono dal lunedì al venerdi il mattino dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00. Per le prenotazioni chiamare al n° tel. 079787638 oppure inviare una mail all'indirizzo bibliozieri@tiscali.it Vi aspettiamo!
Sono poche domande, ma che ci daranno un prezioso contributo per poter migliorare il servizio e capire come rendere più forte il legame delle biblioteche con le comunità e i territori, per soddisfare sempre meglio le tue esigenze e necessità. Questo il canale di acceso per rispondere al questionario https://it.surveymonkey.com/r/Labibliotecaperte Le informazioni vengono trattate con il massimo rispetto per la tua privacy e saranno utilizzate esclusivamente per le finalità di questa ricerca. Ti ringraziamo per il tempo che vorrai dedicarci e per quanto vorrai condividere con noi.
Una raccolta di 45 poesie che si divide in quattro gruppi tematici: "Sos sentimentos pro sa familia", "Sa terra 'e Sardigna e Othieri", "Sas Poesias de su progressu", Sas poesias politicas"
Sono disponibili per i nostri lettori, una raccolta di racconti, novelle, saggi e poesie intitolata “Dal diario di Franzì”, titolo che ricorda il soprannome con il quale l’autore è conosciuto, ed il il volume "Ardara : Tra gli scavi del palazzo di potere", un saggio storico-documentario in cui viene descritto uno squarcio di luce su aspetti inediti, facendo particolare riferimento alle recenti campagne di scavo archeologico sul colle di San Pietro e nell’area limitrofa ai ruderi del Palazzo regio di Ardara.