Scrittori, critici ed editori tratteggiano una panoramica delle proposte e delle riflessioni più attuali sulla letteratura per l'infanzia e adolescenza Il filo rosso che unisce le diverse voci è l'intento comune di opporsi alla tendenza che vede l'editoria per ragazzi proporre, con sempre maggiore frequenza, libri omologati e ripetitivi. Dopo la "rivoluzione copernicana" della metà degli anni Ottanta, quando iniziò a circolare aria nuova in una letteratura per ragazzi rimasta per troppo tempo chiusa in un'asfittica atmosfera educativo-moralistica, oggi ci si trova di fronte a una sorta di silente ma pericolosa involuzione. Un fenomeno che sta portando all'appiattimento delle idee e all'abbassamento del livello di scrittura. Gli scrittori riuniti in questo volume hanno scelto la strada dell'impegno e del rispetto del lettore, continuando a offrire al pubblico "libri di qualità". A loro volta i critici, dopo avere analizzato l'evoluzione della letteratura per ragazzi nell'ultimo trentennio, evidenziano i limiti della produzione contemporanea, pur non mancando di rilevare alcuni aspetti indubbiamente positivi.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo