Il primo gatto del mondo è seduto di fianco ad Adamo che impreca contro la luna perché Dio lo ha abbandonato. Il gatto ascolta e tace: sarebbe soddisfatto delle sue sette vite, se solo non ci fosse Adamo, che non si dà mai pace. Forse, pensa il gatto, avrei dovuto fare fusa più forti al Signore e strofinare la testa sulla Sua mano... forse così non avrebbe creato Adamo, e poi Eva, e tutto questo non sarebbe mai successo. Eva, la mela, Caino, Abele, un Dio tanto umano da sentirsi straziato per il tradimento di Adamo, e un gatto che commenta tutta la vicenda, saggio e sornione, l'unico a rimanere davvero al di sopra delle parti. Sono questi gli ingredienti che Jutta Richter ha abilmente mescolato per incantare ancora una volta i lettori di tutte le età con la sua scrittura potente e suggestiva. Età di lettura: da 10 anni.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo