Racconti, monologhi, interviste, lettere, confessioni, diari: sono quasi tutti inediti i testi raccolti in questa antologia, in cui parlano i protagonisti di una stagione che torna a far sentire il suo richiamo. Kerouac, Borroughs, Corso, Ginsberg, Cassady, Ferlinghetti, Le Roi Jones, Bob Dylan, Henry Miller e tanti altri raccontano l'America, la musica, le droghe, gli amori, la letteratura, i sogni di una generazione che voleva un mondo diverso. Questo gruppo di scapestrati chiamati beat (che vuol dire sia "battuti" che "beati") ha la capacità di parlare di tutto con "nervosa intelligenza e con spavalderia".


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo