Alcuni lo chiamano Odisseo, per linguistica precisione: noi preferiamo chiamarlo Ulisse, non solo per abitudine, ma perché Ulisse è un nome più confidenziale, colloquiale e complice. Con Ulisse, nome d’uomo più che d’eroe, siamo partiti per Troia, abbiamo inventato il gran cavallo, abbiamo fritto l’occhio di chi ha divorato i compagni, abbiamo dormito abbracciati all’otre, mentre gli avidi sciocchi ci sbirciavano, ci siamo fatti legare al palo per ascoltare quello stupendo canto assassino, abbiamo accumulato baci e dolcezze sulle isole del Mediterraneo. Ed è con lui che ci siamo travestiti e nascosti a Itaca, pregustando la giusta vendetta e gli abbracci della sposa migliore. Dai 12 anni



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo