E' un libro che unisce la Storia a una piccola storia di una bambina, Nina appunto, e delle tre generazioni - al femminile - della sua famiglia. Niente dei diritti di oggi devono essere dati per scontati, e spesso dietro ci sono grandi battaglie. Cecilia D'Elia le racconta con sintesi, garbo e immediatezza, con esempi semplici e immediati e un'appendice ricca di informazioni più tecniche. L'autrice è laureata in filosofia, ha pubblicato numerosi articoli sulla politica delle donne, ed è attualmente vicepresidente e Assessore alle Politiche culturali della Provincia di Roma. Dal 1946 a oggi, si passa attraverso le famiglie patriarcali, il primo voto, la costituzione, il femminismo, l'otto marzo, senza dimenticare anche le storie di donne che hanno parte della storia italiana, da Fernanda Contri, Franca Viola, a Nilde Iotti. Pagine interessanti, perfette dai 10 anni in poi, da leggere in famiglia o suggerire a scuola, perchè aiutino le bambine a costruirsi un percorso che si confronta anche con il passato, e perchè nel 2012- e quelli futuri - le donne siano protagoniste.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo