Roma, 2011. La malavita romana si prepara a mettere le mani sull'affare del secolo: il Grande Progetto, gigantesca speculazione edilizia che seppellirà sotto il cemento le periferie Est e Sud della capitale. L'affare coinvolge politicanti, alti prelati, amministratori. Spadino, piccolo spacciatore, cerca di fare il salto di qualità ricattando l'onorevole Malgradi. Ma a Roma le bande si sono spartite il territorio, e non c'è spazio per un cane sciolto come lui. Spadino viene ucciso dal boss di Ostia Ponente, Er Nummero Otto. La sua morte suona però come una dichiarazione di guerra, che infatti esplode fra le bande di Ostia e Cinecittà. Il Grande Progetto rischia di saltare. Ecco perché deve scendere in campo il Samurai, l'ultimo erede della vecchia Banda della Magliana: un nazista convertito al crimine, spietato e intelligentissimo. A indagare sulla mattanza è però chiamata una sua vecchia conoscenza, il colonnello dei carabinieri Malatesta, che dovrà guardarsi non solo dai nemici, ma soprattutto dal "fuoco amico" di superiori corrotti, subordinati infedeli, pubblici ministeri incapaci...



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo