Dalla baraccopoli di Korogocho, in Kenia, dove ha vissuto per dodici anni, dalle periferie delle grandi città italiane, negli innumerevoli incontri con la società civile, il grido di Alex Zanotelli sale lucido e chiaro: "Smettiamola di dire che non possiamo fare nulla per cambiare le cose!". E se la sua voce oggi è ascoltata, non è solo per le verità (scomode) che egli dice, ma anche per la coerenza con cui, in prima persona, cerca di viverle. Nella sua baracca ai confini di una discarica o nei saloni affollati di una conferenza, padre Alex è il testimone credibile di una vicinanza possibile ai più poveri. Prefazione di Beppe Grillo.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo