Il ritmo della danza in cielo aumentava... La testa e il cuore gli scoppiavano per l'emozione, ma non riusciva a staccarsi dalla finestra. Aveva capito che quello spettacolo, che pareva interminabile, era tutto per lui, e quei puntini fosforescenti come farfalle erano le quattro janas. Forse volevano invitarlo ad andare fin lassù. Ma aveva anche la sensazione che volessero prendersi gioco di lui. Prima si avvicinavano verso la sua casa; poi si allontanavano e lui si sentiva ancora più stanco e confuso, sballottato come la notte del ballo. Eppure desiderava follemente le ali per volare e stare insieme a loro. Danzare in cielo, tra le stelle. Accanto alle janas, fino all'infinito. Ah, quanto gli sarebbe piaciuto!


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo