Privo di un univoco modello di riferimento, a metà tra biografia romanzata, romanzo familiare e romanzo di formazione, Cosima già dal titolo, programmatico per quanto non ascrivibile all’autore, si rileva, nella coesistenza del narratore/protagonista, il testamento letterario e spirituale di una grande donna prima che grande scrittrice: un “viaggio esperenziale” che è anche viaggio di ritorno sulle orme di un passato ormai al declino ma irrinunciabile.



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo