Lee Child ci porta nel passato del suo eroe preferito, Jack Reacher protagonista di tante missioni. Non sfidarmi è un romanzo agghiacciante e itinerante nel quale l’agente dell’FBI sarà costretto a sfidare uno dei pericoli più grossi della contemporaneità: le cellule jihadiste. Siamo nel 1996 e Jack ha solo trentacinque anni. Lavora ancora per l’esercito ed ha appena concluso una missione importante che gli farà conseguire la medaglia al valore. Ma per Jack giunge un’amara sorpresa: dovrà infatti seguire un corso serale di aggiornamento. Questa non è la ricompensa che si aspettava dopo essersi fregiato di una medaglia. Al primo incontro Reacher capisce, però, che qualcosa non quadra perché i suoi due compagni di corso sono altri valorosi agenti, anche loro premiati. Jack viene assalito da una tremenda consapevolezza: i tre sono stati scelti per compiere la missione più difficile di sempre, quella che metterà a rischio le loro vite, costringendoli a vivere, morire e combattere per sconfiggere la cellula jihadista che sta per concludere un losco affare sulla rotta di Amburgo. Il colpo terroristico che Jack e i suoi colleghi devono cercare di sventare metterà a rischio migliaia di vite nel cuore dell’Europa. In Non sfidarmi Jack Reacher affronta la sfida più dura di sempre, ce la farà ancora una volta a sconfiggere chi vuole distruggere la pace del mondo?


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo