"Quelli che restano" è il flusso di coscienza di una poliziotta penitenziaria, nell'arco di un'unica giornata lavorativa. Uno sguardo impietoso e al contempo compassionevole sull'universo del carcere femminile dalla prospettiva di chi ci lavora con sempre maggiori difficoltà e frustrazioni, perennemente in bilico tra disciplina esteriore e precarietà emotiva. La storia privata di una donna che sperimenta con dolore e lucidità la sua morte professionale, l'usura dell'anima impegnata quotidianamente in piccole e silenziose battaglie che nessuno, dall'esterno, può minimamente immaginare. Un romanzo introspettivo, costruito non sui luoghi comuni ma frutto di una ricerca spasmodica del realismo e del contatto con un mondo ignorato da quelli che stanno fuori. Quelli che restano, al contrario, sono sempre loro, i "carcerieri", costretti a misurarsi ogni giorno con le deficienze di un sistema al collasso.



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo