455 d.C., Aquila ha solo diciotto anni quando, già comandante di un reparto di cavalleria romana stanziato nel Sud della Britannia, si trova in licenza presso la fattoria di famiglia. Richiamato d'urgenza in servizio, apprende che Roma vuole ritirare le truppe dalla Britannia. Aquila deve partire ma, lacerato tra il dovere e l'amore per quella che ormai è la sua terra, decide di disertare. Di nuovo a casa, però, troverà soltanto morte e distruzione. I crudeli Sassoni, con cui il governatore britannico Vortigern ha stretto alleanza, hanno annientato la sua famiglia e, ben presto, impongono ad Aquila il collare della schiavitù. Ma altre catene imprigionano il giovane cavaliere: quelle invisibili del dolore e dell'odio contro il nemico. Nessuna chiave può aprirne il lucchetto, se non l'amore per Ness... Età di lettura: da 12 anni.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo