Salvatore è nato quando in pochi conoscevano il nome della sua isola: un luogo di frontiera posto alla fine del mondo, con il mare blu e la terra arsa dal sole. È cresciuto sulle barche, vicino alle cassette di alici, con lo sguardo nell'azzurro, sopra e intorno a lui. Forse è lì che tutto è cominciato, tra ghirigori nell'acqua e soffi nel vento. Di sicuro è lì che ha conosciuto Giulia, anche se lei vive a Milano con i genitori emigrati per inseguire lavoro e successo. Da sempre Giulia e Salvatore aspettano l'estate per rivedersi: mani che si intrecciano e non vogliono lasciarsi, sussurri e promesse. Poi, d'inverno, tante lettere in una busta rosa per non sentirsi soli. Finché, una mattina, nell'estate in cui tutto cambierà, Giulia e Salvatore scoprono il corpo di un ragazzino che rotola sul bagnasciuga come una marionetta e tanti altri cadaveri nell'acqua, affogati per scappare dalla fame, dalla violenza, dalla guerra. Gli sbarchi dei migranti cominciano e non smettono più. L'isola muta volto, i turisti se ne vanno, gli abitanti aiutano come possono. Quando Giulia torna a Milano, il filo che la lega a Salvatore si allenta. La vita non è più solo attesa dell'estate e amore sincero, corse in spiaggia e lanterne di carta lanciate nel vento. La vita è anche uno schiaffo, un risveglio, la presa di coscienza che al mondo esistono dolore e differenze. Una scoperta che travolge i due ragazzi e che darà valore a tutte le loro scelte, alla loro distanza e alla loro vicinanza


  • Esegui il per poter scrivere
  • Un romanzo coinvolgente, che intreccia un tema così importante come l'immigrazione, con la storia di Salvatore e Giulia. Un romanzo semplice e fluido, anche se dalla trama scontata. Lo consiglio a chiunque voglia una lettura breve, ma piacevole.
  • Libro coinvolgente e molto attuale.Un amore adolescenziale, che delle volte sfocia nel banale, fa da cornice a una tematica molto corrente di cui ultimamente ne sentiamo parlare spesso :l'immigrazione. L'autore sceglie di raccontare il fenomeno descrivendolo con la giusta nota di realtà e il giusto animo critico. Consiglio questo libro!
  • Cinque stelle per questo libro davvero affascinante e sofisticato. È stato come uno schiaffo in pieno viso, mi ha fatto ragionare molto sugli istinti dell'uomo e sulle vite difficili di chi soccorre e di chi è soccorso. Inoltre la storia d'amore tra Salvatore e Giulia incornicia il tutto, rendendo il romanzo più romantico. L'ho trovato molto scorrevole e lineare e mi ha regalato profonde riflessioni sulla vita e sul destino
  • "Le tartarughe tornano sempre", io, però, non tornerò sulle spiagge dell'isola di Salvatore, così rileggendo il romanzo di Napolillo. Il racconto, infatti, se pur attuale e scorrevole, è risultato, a mio parere, piuttosto deludente, poichè, anzichè porre in primo piano il fenomeno dell'immigrazione, lo ha trasformato in sfondo per la storia d'amore tra i protagonisti. Il troppo romanticismo e la trama banale, dunque, sono i motivi per cui non consiglio questo libro.
  • Nell'insieme mi è piaciuto e mi ha soddisfatto però ho patito un pochino lo stile dell'autore così volutamente poetico, quasi retorico. In alcuni momenti per me è stato troppo, troppe descrizioni, troppa tristezza, troppi buoni sentimenti. Sono contento di averlo letto e lo consiglio soprattutto a chi vive lontano dalle proprie origini, a chi si sente un esule.
  • Quattro stelle meritate. Questo libro presenta una trama appassionante narrata in modo semplice e spontaneo. Leggendolo, ci si appassiona ai personaggi, perennemente "colpiti" da eventi inaspettati che animano la narrazione. Seppur tratti argomenti "difficili", è un romanzo che si legge in poco tempo.
  • Questo romanzo mi ha appassionato da subito. L'ho trovato molto scorrevole e di semplice lettura con una trama avvincente e una tematica attuale. Mi ha colpito lo stile dello scrittore che ha saputo immergere il lettore nel romanzo con le dettagliate descrizioni dell'amata isola del protagonista, non facendolo mai stancare. La mia valutazione è di quattro stelle e mezzo.
  • Un'opera d'arte....non ho altro modo di definirlo. É commovente ed emozionante....i sentimenti piú forti e duraturi messi a dura prova dalla lotta per la sopravvivenza, dalla sofferenza e dalla paura, danno alla storia e ai personaggi una profonditá assoluta. Un’ avvincente storia d’amore che supera ogni difficoltà. É un romanzo meraviglioso. Lo consiglio.
  • Ho trovato questo libro molto scorrevole sin dall'inizio, ha una trama molto affascinante e permette al lettore di entrare a far parte della storia, sin dalle prime pagine. Ho trovato interessante la scelta dell'autore di affiancare una storia d'amore ad un tema così attuale. Inoltre l'autore fa riflettere su quanto sia importante l'amore per la patria e il desiderio di libertà che hanno coloro che la lasciano per una vita migliore. Consiglio vivamente la lettura di questo libro.
  • Credo che questo sia stato uno dei libri più belli che io abbia letto nell'ultimo periodo. La trama, seppur molto semplice, ti coinvolge sin dal primonrigo, come se le descrizioni dell'autore avessero lo strabiliante potere di trasportarti in un mondo assolutamente perfetto, dal quale non riesci a ritornare alla realtà e, forse non vuoi. La storia d'amore tra i due protagonisti si mescola con il tema attuale dell'emigrazione. Lo stile di scrittura dell'autore è semplicemente perfetto, con poche parole riesce a dare significati enormi e profondi, che tutti possono essere in grado di capire e quindi, non ignorare. Consiglio assolutamente la lettura di questo libro!
  • Se l'intento dell'autore era quello di farmi riflettere e di farmi aprire a nuovi orizzonti, ci è riuscito in pieno. La storia d'amore si intreccia con la problematica dell'immigrazione che si sviluppano parallelamente senza annoiare il lettore. Ho trovato lo stile del libro semplice, lineare, coinvolgente e adatto a tutti.
  • Il romanzo tratta il tema dell’immigrazione,una delle tante drammaticità di questo secolo, con gli occhi di due giovani innamorati,desiderosi di dare un contributo alla società e al mondo. L’autore parla alle nostre coscienze chiedendoci di non abbandonare migliaia di essere umani in balia del loro destino.Lo consiglio come spunto di riflessione per un tema oggi attuale come non mai!
  • Ho trovato questo libro molto appassionante, dalla trama scorrevole e dal lessico semplice, adatto a tutti. Ho apprezzato il fatto che l'autore sia riuscito a intrecciare la storia d'amore tra i due protagonisti e il tema attuale dell'immigrazione. "Le tartarughe tornano sempre" mi ha affascinato dalla prima all'ultima pagina, per questo la mia valutazione è di cinque stelle.
  • "Le tartarughe tornano sempre" è un romanzo che mi ha colpito in modo particolare per la sua trama attuale: il tema dell' immigrazione è affrontato con la giusta dose di serietà, insieme all' amore tra i due giovani Giulia e Salvatore. In particolare ho gradito l'ambientazione del racconto, un'isola lontana da tutto e da tutti che viene descritta efficacemente, per rendere l'idea dei luoghi in cui si svolge la storia! Libro consigliatissimo a tutti i tipi di lettori!
  • Il libro affronta un tema attualissimo, quello dell'immigrazione, che si intreccia con la storia d'amore di due ragazzi.La storia non mi ha particolarmente entusiasmato, l'ho trovata pittosto noiosa e poco avvincente: le vicende di Salvatore e Giulia, i protagonisti, sono troppo prevedibili! Lettura consigliata per un caldo pomeriggio d'estate quando ci si vuole solo rilassare.
  • Libro dalla trama semplice e scorrevole ,la quale ti spinge a leggerlo.La storia d'amore tra Giulia e Salvatore e' banale,inoltre il fenomeno dell'immigrazione viene messo in secondo piano.
  • E' la prima volta che leggo un libro trattante il tema delll'immigrazione. Sinceramente, all'inizio, lo stile dell'autore non mi aveva esattamente colpita. Poi, tuttavia, il modo gradevole in cui è riuscito a inserire una simile tematica ha iniziato a stupirmi, facendo dunque ricredermi. Malgardò ciò, a mio parere, in alcuni punti si è sfiorato il clichè. Ho rilevato la mano un po’ calcata sul classico pensiero che ritrae Milano triste, grigia e lavoratrice mentre l'isola solare e spensierata. La mia valutazione è di 4 stelle.
  • Un libro affascinante e dalla trama interessante grazie soprattutto all' inserimento di un problema complicato e odierno ovvero l'immigrazione unito alla storia d' amore tra Salvatore e Giulia : due adolescenti che dovranno fare i conti con la dura realtà. Lo stile mi è piaciuto molto sia per le descrizioni accurate e dettagliate sia per il messaggio che vuole comunicare ovvero quello di credere sempre nella speranza.
  • La trama del libro é molto interessante e mi ha fortemente spinto a leggerlo, perché presenta una storia d'amore intrecciata a tematiche attuali. Tutto questo é stato un castello in aria, poiché già dalle prime pagine non mi ha coinvolto e di conseguenza la lettura mi é stata difficile. In relazione a questo la mia valutazione é di 2 stelle.
  • Un libro interessante che mi ha coinvolto sin dalle prime pagine. Trovo stupendo il fatto che l'autore sia riuscito a unire il tema dell'immigrazione, poco citato nei libri, alla travolgente storia d'amore dei due ragazzi. Egli così ha messo in rilievo due aspetti: quanto sia forte il legame con la propria terra di nascita e, allo stesso tempo, che nonostante la distanza l’amore, in qualche modo, vince sempre. Anche lo stile mi è piaciuto molto. Punti morti inesistenti, descrizioni brevi ma accurate con parole significative. La mia valutazione è di 5 stelle.
  • Libro dalla trama coinvolgente che mette in rilievo il tragico scenario dell'immigrazione. Questo libro riesce, attraverso la storia d'amore di due ragazzi, a far capire al lettore quanto sia importante il legame che si ha con la propria terra e in particolar modo con coloro che ci abitano, anche se a volte l'amore può far prendere una strada che magari non si desidera. Lo stile dello scrittore mi ha colpito sin da subito ed è per questo che mi piacerebbe rileggere nuovamente questo libro. Lo consiglio vivamente a tutti coloro che, come me, provano interesse nelle tematiche attuali.