Ci sono libri che segnano nel profondo, libri che cambiano la vita. Storie che regalano un'emozione destinata a durare, che può addirittura tradursi nella scoperta di una vera e propria vocazione. Se le storie sono quelle di Poe, il numero degli appassionati è incalcolabile e annovera nomi illustri tra gli stessi scrittori. Come i venti autori di thriller che celebrano qui il bicentenario della nascita del genio americano riconoscendo il loro debito nei suoi confronti. C'è chi dimostra il proprio amore chiamando Pluto il proprio gatto, come quello di un famoso racconto del terrore. Chi è rimasto folgorato dalla musicalità della poesia di Poe al punto di sognare di fare il musicista (ma, non avendo avuto successo, ha ripiegato sulla scrittura). C'è chi è affascinato dalla figura misteriosa che ogni anno, il giorno della nascita di Poe, deposita sulla sua tomba tre rose e mezza bottiglia di cognac. O chi trae ispirazione dalle sue opere per i propri personaggi, inventando un serial killer che si firma lasciando sul luogo del delitto due versi di Poe e per questo viene chiamato "il Poeta". Per tutti gli amanti del brivido, una raccolta dei racconti di Poe, scelti da Michael Connelly, arricchita dal contributo di venti maestri del thriller che rendono omaggio al loro indiscusso Maestro.