Alle soglie dei trent'anni, Michelle Benamou può considerarsi una donna realizzata: ha un lavoro stimolante, un bell'appartamento a Manhattan e un fidanzato sexy con cui dividerlo. Certo, in Marocco, terra d'origine della sua famiglia, sarebbe considerata una vecchia zitella, ma per fortuna lei vive nella modernissima New York, quindi ha potuto ignorare il tradizionale richiamo del muezzin al matrimonio. Fino a questo punto, almeno, perché all'improvviso Michelle avverte una sorta di inquietudine, un vuoto ben localizzato sull'anulare della sua mano sinistra, dove una pietra preziosa magari la pietra preziosa per eccellenza - non sfigurerebbe affatto... Ma quando il fidanzato, davanti alla prospettiva del grande passo, fugge a gambe levate, a Michelle non resta che ricominciare tutto da capo, armandosi di tanta pazienza. Scoprirà così che il grande amore è simile all'agognato diamante: ha bisogno di tempo per trasformarsi in qualcosa di veramente prezioso.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo