È astuto e calcolatore, ma intrepido quando affronta le avversità. È cauto e avveduto, ma si trasforma in una furia sul campo di battaglia. Abile oratore, è dotato di grande capacità di persuasione e viene scelto per le ambascerie più delicate. Fine psicologo, sa prevedere le mosse dell'avversario e adattarsi a ogni situazione. È amato e ammirato dalle donne e dalle dee, ma è da Penelope che vuole tornare. Così Valerio Massimo Manfredi ci restituisce Odisseo in un ritratto dalle mille sfaccettature: un eroe ma anche un uomo, non privo di debolezze e di momenti di cedimento. Lo spirito di avventura e la sete di conoscenza che lo spingono oltre i confini del mondo conosciuto ne fanno un simbolo della perenne ricerca di sé. A dare un volto al re di Itaca e ai celeberrimi personaggi dei poemi omerici, nelle 50 tavole che accompagnano il testo, è Diana Manfredi, che interpreta in chiave drammatica, a tratti visionaria, le più belle storie dell'Iliade e dell'Odissea.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo