Nell'antichità erano sette; sette imponenti opere che si erano meritate il nome di Meraviglie del mondo. Oggi ne rimane soltanto una, la più enigmatica: la Piramide di Giza. Pochi tuttavia sanno che, 4500 anni fa, quel maestoso monumento era sovrastato da una punta d'oro massiccio, che, secondo una leggenda, avrebbe garantito potere e prosperità a chi ne fosse venuto in possesso. Per quel motivo Alessandro Magno aveva diviso la punta in sette pezzi e aveva nascosto ciascun frammento all'interno delle stesse Meraviglie, assicurandosi che nessuno potesse mai trovarli. Ma adesso quei sette frammenti sono diventati l'obiettivo principale sia dei governanti delle nazioni più potenti sia di spietati gruppi di terroristi internazionali.



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo