L’Autore torna alla storia politico-sociale del territorio salentino (che in verità non ha mai completamente trascurato) dopo alcune impegnative e ben riuscite monografie che lo hanno visto spostarsi sul versante internazionale. L’occasione è offerta dall’ottantesimo anniversario di un drammatico episodio di lotta sociale nel Basso Salento, culminato con l’uccisione di cinque dimostranti da parte delle forze dell’ordine. L’Amministrazione Comunale di Tricase, luogo dell’accaduto, in sinergia con altri partner culturali e sociali, ha inteso rinnovarne il ricordo con una pubblicazione, che peraltro inaugura una Collana di Studi dal significativo titolo “La memoria che resta”, proprio a sottolineare l’obiettivo prioritario assegnato a questo tipo di operazioni culturali. Memoria delle persone che hanno sacrificato la propria vita, memoria dei fatti e dei luoghi e, più in generale, riflessione sulle circostanze storiche che ne costituirono lo sfondo e ne generarono le cause profonde.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo