Michael Connelly aveva sedici anni quando entrò a contatto per la prima volta con il mondo del crimine. Una notte vide un uomo buttare in un cespuglio un oggetto misterioso e scappare. Attratto dalla scena, si avvicinò e scoprì che si trattava di una pistola. Era l'arma utilizzata poco prima per sparare a un innocente durante una rapina. Quell'esperienza segnò profondamente il destino del giovane Michael, che si appassionò talmente alle storie di cronaca nera da decidere di diventare uno scrittore per poterle raccontare. Il risultato di quelle esperienze è questa raccolta, che descrive i casi che per anni hanno terrorizzato l'America.


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo