Maria è nata il sei settembre del 1910 a Tonara, piccolo borgo dell’entroterra sardo dove ha trascorso l’intera sua vita, eccezion fatta per qualche occasionale viaggio ‘in città’. Maria non ha terminato la terza elementare; alla madre dice: “Staitranquilla, stai contenta. Se tu mi avessi studiato forse può darsi che ti avrei abbandonata e sarebbe stato un male maggiore”.Un’intervista nella quale Maria si racconta con franchezza ma discretamente, sempre attenta a ricordare il bene ricevuto dai genitori, dai nonni, dagli amici più cari. Sfoggiando un’indipendenza di pensiero invero straordinaria, ci racconta le mutazioni del ruolo della donna all’interno della società patriarcale rurale sarda nel periodo che va dalla sua prima infanzia fino a oggi (il 1979, anno in cui l’intervista ha avuto luogo).


Cerchi un'altra biblioteca? Verifica se è attiva in Librami
  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo