Le storie contenute qui, che raccontano di oltre cinquant´anni di teatro in Sardegna, non le troverete in nessun altro libro. Vi sorprenderete nello scoprire che anche in Sardegna c´è stato chi ha provato a migliorare la società producendo spettacoli, portando in scena storie nuove, puntando luci, cucendo costumi, compilando borderò. E vi sorprenderete, soltanto a leggere l´indice dei nomi, nel constatare quante persone vi hanno preso parte. Nello scorrere questo libro, si viene assaliti dallo sconcerto: ma veramente sono successe tutte queste cose? Quasi non sembra vero. Eppure è andata proprio così. Perché, come dice qualcuno, se c´è scritto vuol dire che è vero. C´è stato un tempo in cui fare cultura in quest´isola aveva un senso. Poi qualcuno se n´è lavato le mani, quando addirittura non ha remato contro. Insomma, un delitto fatto bene. (Dalla postfazione di Giulio Angioni)