"99 non è 100, anche riciclare una singola lattina può fare la differenza," dice Valter, uno tra le migliaia di raccoglitori di rifiuti che passano la vita nell'inferno della più grande discarica di Rio de Janeiro, per pochi centesimi l'ora. "Waste Land" è il sogno di un artista, Vik Muniz, che ha visto la bellezza tra i cumuli di cose che ogni giorno gettiamo via, e con il tocco della sua mano ha svelato al mondo l'esistenza di quei fantasmi con la pettorina gialla e il sorriso sul volto che sottraggono alla terra la plastica, la carta e tutto quello che può avere un'altra vita. Perché in un mondo che soffoca tutto è riciclabile al 99 per cento. Ma 99 non è 100. Il libro contiene: "Anche una singola lattina può fare la differenza": Jardim Gramacho, nascita di una discarica; "I catadores"; Note dalla discarica di Lucy Walker; "Vik Muniz. Dalla fotografia alla trasformazione della realtà": scritti di Germano Celant e Brad Balfour; "Sul film": contributi critici di Paola Assom, Danilo Cardone, Francesca Campli; cast e crediti; "Autoritratto dell'immondizia": interventi di Piero Angela e Lorenzo Pinna; "In ricchezza e in povertà. Avventure nell'immondizia" di Ted Botha.



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo