Libro: Laboratorio di potenziamento dell'attenzione Potenziare le abilità di attenzione e autoregolazione già nella scuola dell’infanzia significa fornire ai bambini alcuni «strumenti» essenziali sia per fruire al meglio di questa esperienza scolastica sia per avviarsi preparati all’ingresso nella primaria. Questo libro presenta un laboratorio didattico e psicoeducativo articolato in venti incontri nei quali un simpatico personaggio guida, Rino paperino, accompagna gli alunni a conoscere e apprendere le regole dell’ambiente e dello scambio interpersonale, la cooperazione, lo scorrere del tempo, le modalità più efficaci per la gestione degli stimoli e delle risorse attentive, e molto altro. Le unità didattiche sono costruite in modo da orientare l’insegnante a considerare i processi cognitivi sottostanti le aree che si vogliono promuovere. Ciascuna è accompagnata da una breve presentazione di obiettivi, materiali e procedura per il loro utilizzo in sede didattica e corredata di numerose schede operative. Basato su rigorosi risultati di ricerca, il laboratorio, rivolto a bambini di 5 anni, è preceduto da un itinerario formativo e da strategie di intervento per potenziare l’attenzione e l’autocontrollo. CD-Rom: Laboratorio di potenziamento dell'attenzione (CD-ROM) Il software, pensato per bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia (5 anni), propone in modalità ludica e divertente 9 sezioni di lavoro di crescente difficoltà, finalizzate al potenziamento delle abilità di attenzione e di autoregolazione. Il CD-ROM è ambientato in un parco dove il simpatico Rino il Paperino guida il bambino alla scoperta dei numerosi giochi originali e spiritosi presenti nel giardino. Le attività del programma consentono di esercitare le risorse attentive e le abilità cognitive coinvolte nell’apprendimento. Al termine degli esercizi di ogni sezione Rino il Paperino consegnerà al bambino un simpatico riconoscimento che andrà a formare il premio finale (un puzzle). Le sezioni riguardano la costruzione dello schema corporeo (maggiore conoscenza del proprio corpo), i segnali che disciplinano l’adattamento all’ambiente sociale (regole, norme comportamentali), la dimensione temporale (scorrere del tempo), l’attenzione selettiva (selezionare stimoli), focalizzata (maggiore concentrazione sull’attività e sugli stimoli), mantenuta (prolungare l’attenzione) e divisa (distribuire l’attenzione su più fronti), la pianificazione (schema investigativo per risolvere problemi, collegamenti) e la successione logico-temporale (ordinare, corrispondenze logiche, seriazione e azioni causa-effetto).


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo