I racconti, per indicazione dell'autore stesso, si dividono in grotteschi e fantastici (o dell'arabesco), più un gruppetto che possono essere definiti polizieschi. Nei primi Poe riprende alcuni dei modelli dell'umorismo americano: le estreme esagerazioni, il gioco di parole, la serietà che maschera la burla. Le sue storie sono di norma ambientate nel presente, o meglio, non sono databili, e la paura nasce in genere dall'interno del personaggio, dalla sua mente, dalle sue allucinazioni, piuttosto che da sollecitazioni esterne. E questa paura viene analizzata talmente a fondo, nel suo insorgere e nelle conseguenze, che altri sentimenti sono assolutamente secondari.



  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo