Un altro dei bambini terribili del grande scrittore scozzese. Bambini disarmati e disarmanti verso i quali non possiamo che provare simpatia. E un'altra delle sue indimenticabili zie. Così perbene e così crudeli che non possiamo che detestarle con tutto il cuore. Nicholas ha trovato una rana nella sua tazza di latte. Per nessun motivo vuole proseguire la colazione nonostante le insistenze della zia e dei cugini. Non è una sua ennesima invenzione: quella rana ce l’ha messa lui nella tazza! Il castigo arriva immediato e a Nicholas non è concessa la gita al mare con gli altri e non può entrare neanche nel giardino dell’uva spina. Il suo scopo segreto però è quello di entrare nel ripostiglio, dove si trovano molti oggetti dimenticati e pieni di mistero...


  • Esegui il per poter scrivere
  • Scrivi il primo commento per questo titolo