• Esegui il per poter scrivere
  • Ho finito d'un fiato queste pagine che sono come un fiume in piena. Sono una diga aperta. Frasi che si susseguono, parole così bramose di balzare agli occhi che saltano, brillano, luccicano in maniera impressionante. Ricca di contrasti, quelli reali, del destino "cinico e baro", piena di speranza, con cadute dalle quali ci si rialza ammaccati ma ancora più agguerriti. Le parole di Valeria sono come l'acqua. Scivolano, scrosciano, balzano e si spingono oltre, senza soste. Vanno lette d'un fiato, anzi bevute. Sono qui, felice di aver conosciuto questa giovane donna così forte e fragile allo stesso tempo, di una fragilità che non è debolezza, ma consistenza delicata tipica di ogni cosa preziosa, così limpida come le parole che usa.